Cerca nel blog

Libri di Narrativa Lgbt e Romance M/M in uscita

SEGUITECI ANCHE SU  TWITTER INSTAGRAM

A cura di Lilia Stecchi
Grafica di Giovanni Trapani

La seguente rubrica comprende le uscite editoriali con data certa di pubblicazione fino al 24 aprile, e di cui ci sono arrivati i dettagli entro il giorno prima dall'uscita dell'articolo. Nell'eventualità che durante la settimana ci fossero nuove comunicazioni, le segnalazioni verranno inserite all'inizio dell'articolo successivo.
NB. Vi ricordiamo inoltre che questa è solo una rubrica di segnalazioni e non di consigli, né per gli acquisti né di lettura.


Già disponibile dal 10 aprile

“Il boss” (serie Allo Scoperto, 5) di Ami Cifirst (contemporaneo) - Self Publishing. Prezzo: 2,99 Euro.
Trama: Leonardo è un giovane ragazzo col cuore d'artista che si ritrova a dover fare i conti con la crisi. Un annuncio su internet lo porta ad incontrare il signor Valentino, che decide di assumerlo come assistente personale. Leonardo nasconde un aspetto della sua identità, mentre il capo di quella misteriosa compagnia nasconde le sue ragioni. Uno di loro cerca di combattere i propri impulsi, l'altro invece di tirarli fuori. Riuscirà Leonardo a dimostrare al suo boss di essere capace di lavorare sotto pressione senza violare le politiche aziendali?


Già disponibile dal 12 aprile

“In scena!” (serie Allo Scoperto, 6) di Ami Cifirst (contemporaneo) - Self Publishing. Prezzo: 2,99 Euro.
Trama: Senza un posto dove stare, il giovane universitario americano Kurt trova rifugio nella dimora del cugino italiano. Il più imbarazzante degli incontri lo porta a conoscere Damiano, giovane attore a luci rosse dal sorriso contagioso e il corpo irresistibile. Tra i due la tensione cresce fino a quando non possono più evitarsi. Kurt scoprirà sé stesso attraverso l'altro, e Damiano scoprirà che esiste qualcosa di più per lui. Riusciranno i due a navigare le acque incerte che possono condurre alla tanto agognata meta?



Già disponibile dal 16 aprile

“Reduce di guerra” di Luisa D. (contemporaneo) - Self Publishing. Prezzo: 2,99 Euro. 
Trama: Alexander è un ex marine solo, arrabbiato e alla deriva. Dopo aver visto morire tutti i suoi uomini durante una missione militare in Iraq, ha perso ogni fiducia in se stesso e nella vita. Deciso a non reprimere i suoi sensi di colpa, vuole soltanto punirsi e condurre un'esistenza vuota e infelice.
Corey è uno psicologo stimato e capace. Ama avere tutto sotto controllo e seguire una routine stabile e programmata. Nonostante la sua totale dedizione al lavoro, però, non riesce ad aiutare Alexander come vorrebbe. L'ex marine del resto non è un paziente come tutti gli altri e stargli accanto ogni giorno comporta dei rischi che Corey, forse, non è disposto a correre. Ma quando le loro vite entrano in collisione, niente sarà più lo stesso: Corey scoprirà che il corso degli eventi non è mai sinuoso, e Alexander imparerà che amare ed essere felici non significa dimenticare. 


“La vita è un sogno” di Autori Vari Self Publishing. Prezzo: 3,99 Euro (ebook) - 7,49 Euro (cartaceo).
Trama: Giona e Moreno, amici d’infanzia, si ritrovano dopo lunghi anni: una notte trascorsa sul ponte di un vecchio peschereccio ormeggiato in mezzo al mare, li indurrà ad una sofferta, ma risoluta, dichiarazione d’amore.
Anche se la vita e le avversità li porteranno su strade diverse, il destino ha sempre in serbo delle sorprese nei momenti più impensati.
E poi ancora, una relazione intensa e tormentata ricostruita attraverso una scatola di ricordi, un giovane hikikomori che si riavvicina alla vita con l’aiuto di un avvenente prostituto, il bullismo e l’omofobia all’interno di una sperduta scuola di campagna, la tragica storia di “Gigino Wifi”, la difficoltà di uscire allo scoperto…
Attraverso storie, stili e visioni differenti, dieci autori incrociano i loro cammini, raffigurando il mondo Lgbt sotto molteplici angolazioni. L’amore, la passione, il dolore, ma sopratutto la speranza.
Perché in fondo... la vita è un sogno. 
Avvertenza: Il ricavato dell’opera andrà interamente a sostegno delle attività del circolo culturale HARVEY MILK Milano e, in particolare, del progetto "Sportello (Ti) Ascolto", un centro di ascolto totalmente gratuito gestito da volontari che si rivolge a chiunque avverta il desiderio di esplorare e comprendere alcuni aspetti legati alle proprie esperienze, alle proprie relazioni e al proprio mondo interiore. 
Continua sotto...

Già disponibile dal 18 aprile
“Troppo giovane - Erotico gay: storia di un'ossessione” di Marco Pagliadori (contemporaneo) Self Publishing. Prezzo: 0,99 Euro.
Trama: Leonardo Chiari ha 40 anni ed è l'Amministratore Delegato di una importante società di investimento. Sposato, senza figli, Leonardo ha tutto ciò che si può desiderare nella vita, successo, ricchezza e la devozione di tutte le donne che incontra. Poi un giorno, per un contrattempo, prende quell'autobus per andare al lavoro, e lo vede. In lui si risvegliano desideri che credeva rimossi. Da quel momento il pensiero di lui lo tormenta, lo sconvolge, lo raggiunge in ogni luogo e gli toglie ogni forma di volontà razionale. Brama per possederlo, per amarlo. Forse sarebbe disposto a rinunciare a tutto per averlo. Ma lui è, semplicemente, troppo giovane. 
Attenzione: Questo libro si rivolge esclusivamente a un pubblico adulto. Contiene scene esplicite di sesso e un linguaggio che potrebbe essere considerato offensivo da alcuni lettori. Conservate questo file lontano da minori. Tutti i personaggi sessualmente attivi di questo libro sono maggiorenni. Questa è un'opera di fantasia. 

Già disponibile dal 19 aprile

“Baccanale” (serie Diario di uno schiavo, 2) di Maurice Fay (storico/erotico) Self Publishing. Prezzo: 1,99 Euro.
Trama: Il volume conclusivo del diario di uno schiavo. Sono passati tre mesi da quando Adone è stato abbandonato davanti a un bordello. La punizione esemplare inflittagli da Xenia voleva essere quella di sminuirlo, di renderlo una merce di poco valore, ma per uno come lui si trasforma in un'opportunità: per un devoto di Afrodite, vivere dispensando piacere è un'arte. Così ecco che una nuova vita inizia per lui, accompagnata da una primavera portatrice di novità e incontri piccanti. Ma nulla è come sembra e l'amore può nascondersi dietro il volto di chiunque, così come il pericolo…


Già disponibile dal 20 aprile

“Il padrone del Nord” (serie Grandi Padroni, 1) di Lucrezia (contemporaneo) Self Publishing. Prezzo: 3,00 Euro.
Trama: La nostra realtà è solo una patina, decorata ad arte, per nascondere i meccanismi del vero potere. David è il medico di un Grande Padrone, gli uomini più potenti del pianeta. La sua altolocata posizione, il suo essere al di là del velo oltre la nebbia, non colmano la sua solitudine. Vuole un adorabile prepotente. Bisogna sempre stare attenti a ciò che si desidera, specie al loro livello. Potenti leve si muovono nell' ombra. Qualcuno ha notato il giovane dottore.
Attenzione: Scene di sesso esplicito. Sottomissione tra adulti consenzienti.


Già disponibile dal 21 aprile

“Crossing over” di Le Peruggine - Self Publishing. Prezzo: 2,99 Euro.
Trama: Un misterioso sconosciuto trovato agonizzante tra la neve e un uomo solitario che credeva di non poter più amare. Un uccellino costretto nella più terribile delle gabbie e un reietto che torna a vivere liberandolo.
L'oscurità e la luce. Il gelo e il calore. Neve e Sabbia.
Storie di anime che si intrecciano attraverso lo specchio.
Attenzione: nel racconto Sabbia sono presenti scene di abuso fisico e psicologico.


Continua sotto...

24 aprile

“Prima di cadere” (serie Secrets, 1) di K.C. Wells & Parker Williams (contemporaneo/bdsm). Traduzione di Valentina Andreose per Dreamespinner Press. Prezzo: 5,69 Euro.
Trama: Da sei anni Ellis fa parte delle teste di cuoio della polizia di Londra. Fin dal primo giorno il suo partner è Wayne, che diventa presto anche il suo migliore amico. Quando Wayne nota i suoi sbalzi d’umore e la sua crescente irritabilità, conseguenza dell’insonnia, capisce di dover intervenire prima che sia troppo tardi. Decide così di portare Ellis all’inaugurazione di un nuovo club BDSM di cui è socio, il Secrets. Lo scopo? Dargli un assaggio di quello stile di vita prima di fargli una proposta. Wayne è convinto di poter riavere il suo amico solo se Ellis gli permetterà di prenderlo per mano e assumere il controllo della sua vita. 
Ci sono però dei problemi. Intanto Ellis è etero. Poi è testardo. E infine è attraente. Wayne sa che dovrà mettere da parte i sentimenti per essergli d’aiuto. Ma saranno i veri bisogni di Ellis a prenderlo in contropiede. 


“Dal profondo di me stesso” di Edoardo B. (psicologico/bdsm/fetish) Self Publishing. Prezzo: 3,49 Euro.
Trama: Sono le quattro di notte e Hauke è sveglio. Ha ventinove anni e da tempo convive con l’insonnia, che gli impedisce di riaddormentarsi. Così si alza e, nel silenzio del suo appartamento vuoto, inizia a scrivere un diario − o una confessione – sull’anno appena trascorso, cercando di mettere ordine ai numerosi pensieri che continuano a tormentarlo.
Attraverso le pagine del diario, racconta la sua vita fatta di routine, solitudine, amici perduti, rapporti familiari difficili e insoddisfazioni per una laurea sprecata. Un’esistenza anonima, complicata da forti tendenze masochistiche e feticistiche che l’hanno sempre fatto sentire diverso e malato. Ed è proprio della sua malattia che comincia a parlare, non solo quella fisica che lo costringe a rivolgersi a un medico, Sergio, ma soprattutto quella dell’anima, che lo porta a essere irresistibilmente attratto da quell’uomo, riconoscendo nel suo sguardo e nei suoi modi un essere a lui complementare.
I due instaurano una relazione sessuale sadomaso, complicata e senza apparente futuro, poiché Sergio si dichiara da subito fidanzato e non interessato a Hauke se non come sottomesso.
Lungo il diario, passato e presente si alternano, ricordi dell’infanzia e dell’età adulta si richiamano a vicenda, e, a volte, risulta difficile distinguere ciò che è sogno da ciò che è reale. Ma, in un momento di lucidità, Hauke trova la forza di confessare a se stesso una verità scomoda, anche se incontestabile: “Io non sono mai stato lo schiavo di un altro uomo. Sono sempre stato schiavo di me stesso.” 


“Scorticati vivi” di Mathias P. Sagan (contemporaneo). Traduzione di Dalia Nobile - Self Publishing. Prezzo: 3,99 Euro.
Trama: Quando la vita ti offre un bellissimo incontro inaspettato, e poi ti coglie di sorpresa su un'autostrada, distruggendoti…
Quando la tua vita quotidiana è scandita da manie, tic e altri inconvenienti
Questo è ciò che vivranno Benoit e Bruno, o che stanno già vivendo.
Due persone a parte.
Due persone che si incontrano e si ritrovano.
Riusciranno ad accettarsi, a capirsi e ad adattarsi l’uno all’altro?



Continua sotto...

USCITE IN CARTACEO

"Te lo ordino!" (serie Amori verso Sud, 1) di Francesco Sansone (contemporaneo) - Self Publishin. Prezzo cartaceo: 10,40 Euro.
Trama: Come può un anno influire su un’intera vita? È quello che capiranno Diego e Alessandro, due fratellastri costretti a convivere nella nuova casa dei genitori, quando questi partiranno per la luna di miele. I due si conoscono sin dall’adolescenza, ma non si sono mai piaciuti. Diego è spontaneo, esprime i suoi sentimenti, a breve inizierà a frequentare l’Accademia delle Belle Arti di Napoli e non ha mai nascosto la sua omosessualità. Alessandro, invece, è l’opposto; è chiuso in se stesso, ha lasciato gli studi, lavora come macellaio in un supermercato e da sempre prende in giro il fratellastro per il suo essere gay. Dopo l’ennesima derisione Diego decide di prendersi una rivincita, quando per puro caso scopre qualcosa su Alessandro. Diego inizia a ricattarlo ma la situazione gli sfugge di mano e il fratellastro arriva a fare qualcosa di inaspettato, di cui si pentirà subito. Per farsi perdonare Alessandro cede alla minaccia di Diego, dando vita a un rapporto perverso che li porterà a conoscersi realmente. NON E' UN ROMANCE M/M. A grande richiesta, arriva la versione cartacea del primo romanzo della serie Amori verso Sud.

Per segnalare l'uscita dei vostri lavori in cartaceo, avvenuta a distanza di tempo dalla messa in vendita dell'ebook, scrivete a raccontidivitagay@hotmail.it, inserendo nell'oggetto "uscite in cartaceo"

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO. ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK
Read More

“Incredibilmente crudo, dolcemente spietato: un viaggio nei segreti dell'animo umano, alla scoperta dei suoi più oscuri desideri” - Vi parlo di “On the edge” ultimo romanzo di Emy Mars.

A cura di Lilia Stecchi
Grafica di Giovanni Trapani


Di fronte al cadavere barbaramente seviziato del suo amico Ricky, Kenshin Masayuko decide di scoprire il responsabile di quello che la polizia considera un semplice gioco sessuale finito male. Il desiderio di vendetta lo catapulterà in una spirale di sesso e perversione, aprendogli le porte di un mondo sconosciuto dove non sarà solo il suo corpo a essere in pericolo, ma anche la sua anima. 
Tre mesi di totale obbedienza e sottomissione, tre mesi sotto il giogo del misterioso e inflessibile Joseph Valenti, spietato criminale e forse efferato assassino. Un uomo dagli strani gusti sessuali, segnato da un tradimento che ha reso il suo animo freddo come ghiaccio. 
Un dolore sordo al petto, la rabbia per non averlo saputo proteggere… 
È questo ciò che contraddistingue un bravo Padrone da un mercante di schiavi? Scopritelo su “On the edge”.

Questa è l'interessante trama di “On the edge”, ultimo riuscitissimo romanzo di Emy Mars (genere bdsm - Self publishing. Prezzo 2,99 Euro), dove questa volta l'autrice ci mostra, rispetto alle precedenti pubblicazioni, un livello superiore del rapporto tra Dom/sub, un contratto a tempo di schiavitù, totalizzante ed esclusivo, ma che avrà risvolti inaspettati tra i due protagonisti.
Continua sotto...

Vedere il fratello del suo migliore amico ridotto così e sopportare che la polizia quasi snobbi l’accaduto, solo perché Ricky essendo gay avrà sicuramente partecipato a qualche gioco perverso, fanno prendere a Kenshin una decisione irrevocabile: la vendetta. 
Non è stata certo facile la vita per Ken, un giovane di origine giapponese che ha lunghi capelli neri e gli occhi di colore diverso ad arricchire la sua particolare bellezza. Buttato fuori di casa appena fatto coming out, è stato costretto a prostituirsi per riuscire a sopravvivere, ed è proprio sulla strada che conosce Marcel. Condividendo con lui gli stessi sogni diventano ben presto amici inseparabili, ma mentre Ken inizia a studiare medicina, Marcel ha il destino segnato e la sua più grande preoccupazione è lasciare da solo Ricky, il suo fratellino, e per questo lo affida a Ken. Ma dal proteggerlo a doverlo identificare su un tavolo dell’autopsia fa scattare in Ken il desiderio di vendetta, e per trovare il bastardo che ha fatto del male al povero Ricky, dovrà entrare nel suo stesso mondo. Tutti gli indizi che riesce a mettere insieme portano Ken a Joseph Valenti e, in seguito, all'assurdo contratto che questi gli propone. 
Joseph Valenti è un uomo duro e spietato, che ha fatto della criminalità la sua fonte di guadagno e potere. Sta organizzando una delle sue famose feste, dove vizi e stravizi la faranno da padrone, e suo fratello Roger seleziona in un locale dei ragazzi disposti a offrire il loro corpo per il divertimento dei suoi ospiti. Neanche a dirlo tra i ragazzi prescelti c'è Ken. Alla festa Joseph è naturalmente attirato da Kenshin, dal suo corpo tonico e flessuoso e dalla bellezza orientale, deve essere suo e lo avrà. Con un contratto tra Padrone/schiavo iniziano per i due tre mesi inaspettati: dove Ken non avrebbe mai creduto di poter lentamente accettare, apprezzare quasi, di appartenere totalmente a un uomo, che fa di lui quello che vuole trattandolo non come una persona ma come una cosa. Mentre Joseph, che all'inizio pensa che quello è solo un contratto come un altro, dove prende e usa Ken solo per il suo piacere, si rende conto che sta per cambiare tutto quanto, vedendo che sentimenti ed emozioni affiorano sempre più, non reagirà in modo tanto tenero. 
Ma c'è un assassino ancora in circolazione, riuscirà Ken a trovare le prove per incastrare Joseph? Ma è poi davvero Joseph l'assassino? E Ken avrà la sua vendetta oppure rimarrà lui stesso vittima del maniaco? Cosa accadrà a Ken e Joseph una volta terminati i tre mesi di contratto? 
Continua sotto...

Ho già espresso in passato le mie impressioni sui romanzi di Emy Mars, affermando che in questo genere, nel bdsm, lei è l'autrice che per me scrive meglio o, se preferite, è quella che tocca più in profondità le mie corde. È talmente preparata sull'argomento che ti viene il sospetto che sia una persona che lo pratica il bdsm o che, più realisticamente, si documenti in maniera perfetta e maniacale sull'argomento trattato. E no, vi garantisco che questa volta l'aggettivo “maniacale” non è detto in senso negativo, tutt'altro. Questo romanzo è ancora più duro, e crudo, rispetto ai suoi precedenti. A volte leggendo si rimane stupefatti dalla vicenda raccontata, in altre ci si stringe lo stomaco dalla pena o dall'agitazione, altre ancora ci attanaglia il terrore che tutto possa precipitare, ma alla fine ci rendiamo conto che l'amore fa strani percorsi, e si possono provare sentimenti anche per un bad man, senza per forza denominare o classificare il tipo di relazione che si viene a creare.
Read More

INTERVISTA - Lukas Arche: «Quando all’idea di “normalità” verrà preferito il principio della libertà, ci saranno solo scelte libere»

SEGUITECI ANCHE SU  TWITTER E INSTAGRAM INSTAGRAM

Intervista di Francesco Sansone
Grafica di Giovanni Trapani
Ieri vi abbiamo parlato di 'La prima estate' e oggi abbiamo il piacere di continuare a parlarne attraverso le parole di Lukas Arche, che ha scritto il romanzo assieme alla collega Silvia. Un libro indipendente che ha saputo mescolare gli elementi del genere di formazione alla pura narrativa, affrontando temi e situazioni con la giusta delicatezza.

 Continua sotto...

D. ‘L’ultima estate’ è un romanzo a metà fra il genere di formazione e quello puramente narrativo. Come nasce l’idea del romanzo e la scelta di mescolare questi due generi?
R. Il romanzo di formazione ci ha dato la possibilità di seguire l'evoluzione del personaggio e ci dà notevoli spunti su cui costruire la trama. La storia del protagonista non è solo la presa di coscienza della propria sessualità, ma anche l’affermazione di sé a livello sociale ed economico. È "La prima estate" in cui conosce veramente se stesso. È il genere narrativo che personalmente sento più vicino e in cui mi muovo meglio.

D. La storia offre diversi spunti di riflessione a partire dal rapporto complicato fra i due protagonisti che, sebbene in lingua diversa, hanno lo stesso nome. Quando avete pensato a loro, vi sei ispirati a qualcosa o a qualcuno in particolare?
R. L’uso dello stesso nome in lingua diversa, ha un preciso significato all’interno della storia legato alla vicenda che unisce i due personaggi. Sono entrambi la versione altra del figlio perfetto, del figlio ideale che i genitori non sono riusciti ad avere ma a cui aspiravano e i due personaggi si portano nel nome e nel loro modo di essere questa imperfezione come una colpa. Il nome che li unisce è l’ideale a cui entrambi tendono, rinnegando se stessi. Affermano il loro amore rifiutando di essere il figlio sognato dai loro genitori. Non posso ignorare di aver scelto il mio pseudonimo identico al nome del protagonista perché in qualche modo questa storia lega anche me a loro: questa storia risente della vita mia e di Silvia, dei luoghi in cui viviamo, delle nostre esperienze, della nostra fortissima volontà di affermare la nostra natura imperfetta.

D. Nel romanzo affronti anche il tema del bullismo omofobo che termina con il tentato suicidio della vittima. Un tema sempre molto attuale e che colpisce ogni volta per come le dinamiche si ripetano seppur i volti di chi compie le violenze cambino. Credi sarà mai possibile arrivare a vivere in una società capace di considerare “normale le diverse sessualità umane”?
R. No, perché è proprio il concetto di “normalità” a essere sbagliato.  Finché ci sarà qualcuno che pretende di imporre ad un’altra persona, vicinissima a lui come un padre a un figlio, un compagno di classe ad un alto, un amico ad un amico, la propria idea di “normalità” allora qualsiasi tipo di sessualità sarà considerata sbagliata.
Quando all’idea di “normalità”, che credo sia un concetto che cambia in base ai diversi periodi storici in cui viene adottato, verrà preferito il principio della libertà, allora non ci saranno più scelte giuste o sbagliate, ma solo scelte private e libere.

Continua sotto...

D. Sempre restando sul tema, nel romanzo si vede che il bullo alla fine si rende conto di essere gay. Questo è stato il vostro modo di dire che dietro a un omofobo c’è un gay che non riesce ad accettarsi e ad accettare che gli altri possano stare bene con la propria omosessualità?
R. Credo che prima di tutto dietro ad un omofobo ci sia una persona che ha paura. Paura del diverso, di se stesso, paura di non riuscire a rientrare in quell’idea di normalità di cui parlavamo prima.  Sono convinto che l’omofobo focalizzi la sua rabbia su qualcosa che non conosce e lo spaventa, a volte questa cosa coincide con un se stesso che non riconosce.

D. La scrittura è semplice, anche i temi più importanti non vengono affrontati con morbosità descrittiva. Si tratta di una scelta atta a mostrare certi aspetti con la leggerezza del romanzo narrativo al fine di farli arrivare ai più senza la drammaticità del significante?
R. La scrittura a cui aspiriamo io e Silvia ha uno stile semplice e asciutto anche se amiamo inserire figure più poetiche all'interno di strutture più lineari. Questa semplicità in realtà non ci facilita il lavoro: passiamo tantissimo tempo a "pulire" i nostri testi, a scegliere ogni singola semplice parola e a curare le descrizioni in modo da avvicinare il lettore non solo alle sensazioni del personaggio ma anche ai luoghi che ci piace raccontare, la Toscana in cui entrambi viviamo. Non amiamo drammaticità che rallentano la narrazione.

D. Quando avete scritto il romanzo a quale pubblico pensavate di rivolgervi?
R. Entrambi volevamo avere un pubblico appartenente alla comunità LGBT, e non solo lettori di romanzi mm. Speravamo che la storia arrivasse ai più giovani, perché i nostri protagonisti lo sono, ma anche a un pubblico più adulto che potesse riconoscere nei personaggi i propri figli, ma anche se stesso. A un certo punto però ci siamo lasciati andare solo al piacere di scrivere una storia d'amore e questo piacere pensiamo si rifletta nel nostro racconto.

D. Per concludere cosa ti ha lasciato questa esperienza di scrittura?
R. Inizialmente tanta fatica. Il nostro nome, era sconosciuto e affermarsi come self è stato veramente difficile senza una casa editrice che garantisse per noi. Ma entrambi abbiamo avuto esperienze nell’editoria e abbiamo cercato di trattare il nostro libro nel modo più professionale possibile. La scelta di avere uno pseudonimo e pubblicare self è stata una scelta di libertà che abbiamo voluto entrambi fortemente.
Ora solo stupore.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO. ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK
Read More

La prima estate - La ribellione giovanile e la scoperta di un nuovo mondo nel romanzo di S. L. Arche

SEGUITECI ANCHE SU  TWITTER E INSTAGRAM INSTAGRAM

A cura di Francesco Sansone
Grafica di Giovanni Trapani
Dopo un inverno difficile, Lukas può finalmente godersi l'estate in Tocana prima di iiziare l'Università.

Lo attendono il mare, notti all'insegna di alcool e divertimenti e Andreas, il suo migliore amico di sempre.
I piani di Lukas però prendono una direzione inaspettata quando conosce Luca, improvvisamente entrato a far parte della sua famiglia.

Odio, rabbia e desiderio si mescolano in una estate fatta di tuffi, baci e segreti.

Un irragionevole amore per il suo sangue contrario che cambierà Lukas per sempre.




  Continua sotto...




Una trama essenziale per un romanzo dai contenuti molteplici. Questo è La prima estate (Self publishing Amazon. Prezzo Ebook: 1,99 Euro), il romanzo scritto a due mani da Silvia e Lukas Arche, due giovani autori che hanno dimostrato un’elevata capacità creativa e un tatto nell’affrontare temi spinosi.

La scrittura essenziale dei due autori permette di trattare argomenti quali il bullismo omofobo, la scoperta di un fratello sconosciuto e l'evoluzione che un’amicizia infantile può prendere crescendo in maniera naturale, senza quella morbosità che spesso si utilizza in libri del genere.

I protagonisti e i personaggi secondari sono descritti con una tale precisione da non lasciare nulla al caso. Ogni rapporto è funzionale agli sviluppi della storia, creando un quadro generale impeccabile e avvincente.
Continua sotto...



Pertanto, se volete rilassarvi con una lettura capace di emozionare e far riflette, La prima estate fa proprio al caso vostro.

DOMANI NON PERDETE L'INTERVISTA ESCLUSIVA AGLI AUTORI SILVIA E LUKAS ARCHE


RIMANI SEMPRE AGGIORNATO. ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK
Read More
Powered by Blogger.

Etichette/Tags

© Copyright Il mondo espanso dei romanzi gay